/ Il Letto
Single? Ma anche no grazie.

Comincio dalla fine: Cosa è… cosa non è… cosa pretende di essere “Sex and Rome”.

In Italia ci sono più di 8 milioni di single, il 13% della popolazione (dati Istat). A Roma, poi, siamo passati dal 28% di cuori solitari/disperati del 2001 al 47,5% del 2019. Questi numeri, manco a dirlo, hanno attirato un business da capogiro. A farla da padrona sono le app di incontro: si parla di un giro d’affari che in Europa vale circa 26 miliardi di euro; ma ci sono anche i viaggi per single, le serate per single e il cibo per single (monoporzione). Insomma, sembriamo una specie da proteggere e forse lo siamo perché, tutto sommato, non avendo famiglia a carico, qualche euro in più possiamo spenderlo (crisi mondiali permettendo). Ed ecco che si propagano articoli sui giornaloni su quanto sia bello essere single, tornare a casa ed essere liberi di fare quello che si vuole, viaggiare da soli, passare il fine settimana in autonomia: una gioia, insomma. Ora, io capisco che la pubblicità - e i giornali - devono campare ma vendere bronzo per oro colato mi sembra un tantino esagerato.
Certo, stare da soli è bellissimo, soprattutto saper stare con sé stessi è una grande conquista che poche donne hanno compiuto ma non facciamolo passare come il paradiso. Il punto è che nessuno vuole essere single, nemmeno quelle che lavorano dalla mattina alla sera, nemmeno quelle che semplicemente non hanno tempo e nemmeno quelle che fanno sesso a manetta ugualmente. Nessuna.

Vengo al punto: se sei stufa di essere single non rassegnarti a chi ti dice che è bellissimo ma lotta per non esserlo.

Torniamo all’inizio: Sex and Rome è una community, un luogo pop per chi ha voglia di mettersi in gioco, conoscere, incontrare gente, sentirsi parte di un gruppo. Quindi, se hai proposte, iniziative o vuoi organizzare serate divertenti scrivimi (no pervertiti please😅) e vediamo che si riesce a combinare! Io ci sono ❤

sabinacuccaro@gmail.com

Mentre scrivevo l'articolo mi è venuta in mente questa canzone...